Croce per il nostro Aru, staccato alla quarta accelerazione, delizia per Froome, in grado di superare brillantemente il primo giorno sulle Alpi.

Il Sardo ha faticato sui cambi passo imposti da Bardet e Martin.

Primoz Roglic (LottoNL-Jumbo) invece  riporta la Bianchi XR4 alla vittoria conquistando la montagna più iconica de Tour, il Galiber, e sfrecciando in discesa. Gran risultato per questo ragazzo, campione di salto con gli scii e passato al ciclismo dopo un infortunio 5 anni fa. Chapeau!